Il monitoraggio della pressione dei pneumatici

Il monitoraggio della pressione dei pneumatici

Diretto e indiretto monitoraggio della pressione delle gomme

Il controllo della pressione dei pneumatici o dei sensori può essere di tipo diretto o indiretto a secondo della legislazione. Molti degli OE (Automotive Original Equipment) hanno optato per installare TPMS diretti nelle loro nuove strutture. Un sistema di TPMS diretto utilizza un trasduttore di pressione e temperatura fisico, il quale è di solito una valvola montata o legata alla ruota che trasmette in tempo reale le informazioni sulla pressione del pneumatico al guidatore del veicolo o attraverso il display del quadro comandi o una spia luminosa.

I sensori sono fabbricati da aziende internazionali come Pacific, Schrader, Continental, precedentemente VDO Siemens e Huf (ex Beru). Non c’è uno standard tecnico comune (protocollo fisico, elettrico o software) per i sensori, gli OE e i fornitori hanno generato un gran numero di disegni del sensore.

I produttori di OE hanno fatto grandi sforzi per adattare i sensori negli stabilimenti per assicurare che essi siano alla giusta angolazione durante il fissaggio e che siano correttamente sigillati utilizzando una chiave dinamometrica per assicurare la chiusura del sigillo. Queste pratiche non sono state ancora utilizzate nel mercato prost-vendita del TPMS.

Gli OE eseguono molti test elettrici del TPMS, i quali non sono stati ancora messi in pratica nel mercato post-vendita per assicurare che i sistemi siano correttamente montati prima che i veicoli lascino le autofficine o i negozi rivenditori.

Frequenza nel monitoraggio della pressione dei pneumatici

I sensori trasmettono i dati al UHF come l’ID unico dei sensori, temperatura, pressione, durata della batteria (se disponibile) e altre informazioni diagnostiche. Questi dati sono inviati alla centralina elettronica (ECU) o a ricevitori specifici sul veicolo. Questi veicoli i quali hanno dei display grafici della posizione dei sensori possono identificare su quale ruota si sia verificato il problema.

Questa trasmissione UHF può avvenire ad intervalli periodici: mentre il veicolo è in movimento, immediatamente e ripetutamente se si verifica una condizione di poca pressione nei pneumatici o possono essere indotti da uno strumento TPMS. Quest’ultimo è richiesto per forzare il sensore a trasmettere le informazioni quando il veicolo non è in movimento.

Le tipiche variazioni in tecnologie elettriche del sensore includono l’attivazione a bassa frequenza (LF) usando le trasmissioni ad onde continue o onde modulate 125kHz (o 309MHz).

Alcuni sensori richiedono anche un cambiamento forzato nell’attivare la pressione. Ci sono significative variazioni nei livelli di potenza per attivazione a bassa frequenza. La maggior parte dei sensori hanno diverse modalità di prova, utilizzo degli impianti, il trasporto/ stoccaggio, guida etc. Questi sono tutti attivati utilizzando diversi modelli a bassa frequenza.

L’attivazione del TPMS richiede una risposta UHF la quale può variare a seconda della marca/modello/anno del veicolo e tipo di sensore. Ci possono essere significative variaizoni nella trasmissione del contenuto dei dati trasmessi attraverso i sensori da diversi produttori e per diversi tipi marca/modelli/anno dei veicoli.

La frequenza (315MHz, 433MHz, etc.), modulazione (AM, FM), il protocollo di comunicazione (Manchester, pwm), livello di potenza (bassa potenza per il Giappone e altri paesi asiatici) sono solo alcune delle variazioni di uscita UHF. Specifiche informazioni OE sul monitoraggio della pressione dei pneumatici sulle autovetture asiatiche, americane e europee posso essere trovate sul nostro sito dedicato al supporto OE del monitoraggio della pressione degli penuamatici.

Gli strumenti di Bartec hanno la possibilità di lavorare con tutti i più conosciuti sensori OE con tutti i tipi di variazioni. Il nostro lavoro nell’implementare e testare i TPMS negli stabilimenti di ruote & pneumatici e stabilimenti automobilistici di tutto il mondo per sostenere la nostra leadership sul mercato nel lungo periodo e assicurare che il software sia affidabile e collaudato.

Per quanto riguarda le date di introduzione del TPMS, due sono le date da ricordare:

  • Il 1 novembre 2012 con l’introduzione dell’articolo 13.1 al 13.4 del testo adottato stabilisce che tutti i veicoli omologati dopo questa data devono aver installato un sistema TPMS.
  • Inoltre tutti i veicoli di nuova immatricolazione dopo il 1 novembre 2014 devono avere un sistema TPMS.

Unit 9 | Redbrook Business Park | Wilthorpe Road | Redbrook | Barnsley | S75 1JN | United Kingdom

Chiamateci +44 (0)1226 770581
sales@bartecautoid.com

Company Number: 02719701
VAT Number: 590 8225 27

ISO 9001 & ISO/IEC 27001